8 marzo 2017

LA POLITICA DEI LADRI

LA POLITICA DEI LADRI IN PARLAMENTO?
PER ANNI CONTRO DI PIETRO E
Contro tutti gli onesti!
Con l'aiuto anche dai media.
Antonio Di Pietro del pool di
MANI PULITE
.....*.....
Calogero Di Giuseppe Poeta- Scrittore
Sostenitore di Antonio Di Pietro
......*.....
                                                                    SENZA ALCUNA DIGNITA’
Ormai la nostra politica è guidata senza alcuna onestà: da persone non solo incapaci ma anche disonesti e senza dignità. Come si fa a paragonare un parlamentare di oggi con quelli della "Prima Repubblica?" Con questi "stronzi" ogni idea, ogni proposta porta al furto. Come si fa a paragonare Renzi con Aldo Moro, Enrico Berlinguer? e tanti altri eroi che hanno sprecato il loro tempo inutilmente? Dov'è la Democrazia? Ieri sera ho assistito a Porta a Porta un "dialogo" tra Bruno Vespa e la sua ospite... mi pare La Boschi P.S. da soli. Senza alcun altro interlocutore: e senza alcuna vergogna. Come diceva Bartali: tutto è perduto. Eppure Vespa deve tutto alla Democrazia Cristiana... cioè a De Mita che gli ha fatto avere il posto alla R.A.I. Ciao Calogero Di Giuseppe, 8 marzo 2017
 E IO PAGO... E IO PAGO...

TOTO’
Ovvero ANTONIO DE CURTIS
CINQUANTESIMO ANNIVERSARIO DELLA MORTE
Ricordare il geniale artista Totò è un dovere oltre che un piacere.
Nome d'arte dell'attore Antonio De Curtis (Napoli 1898 - Roma 1967). Esordì nel caffè-concerto imitando la "marionetta" creata da G. De Marco, per passare poi (1926) nelle compagnie di operette Maresca, che cominciavano a rappresentare riviste, come comico-grottesco. In seguito, a capo di una propria compagnia, si affermò (1929) nella parodia dei Tre Moschettieri di M. Manzini. Comico di grande forza e mimo eccezionale, erede della grande tradizione partenopea e insieme di certo "assurdo" petroliniano, è stato interprete acclamatissimo di riviste di grande successo (Ma che ti sei messo in testa? 1944; Con un palmo di naso, 1944). Nel cinema dal 1937 (Fermo con le mani), mettendo a frutto la lezione dell'avanspettacolo diede vita, con la sua raffinatissima tecnica dei tempi di recitazione e un'impressionante abilità nei giochi linguistici, a un monumento di comicità insuperabile. Fra i suoi numerosissimi film, si ricordano: Animali pazzi (1939); San Giovanni Decollato (1940); Totò le Mokò (1949); L'imperatore di Capri (1949); Totò cerca casa (1949); Napoli milionaria (1950); Guardie e ladri (1951); L'uomo la bestia e la virtù (1953); L'oro di Napoli (1954); Totò, Peppino e la malafemmina (1956); I soliti ignoti (1958); Uccellacci e uccellini (1966); Che cosa sono le nuvole (episodio di Capriccio all'italiana, 1967). Scrisse anche poesie in dialetto napoletano: 'A livella (1964); Dedicate all'amore (post., 1977) Clicca su. http://www.treccani.it/enciclopedia/toto/

 .....*.....
ALDO MORO, STATISTA
ALDO MORO MARTIRE
Assassinato dalle Brigate Rosse
e forse dagli Stati Uniti d'America.
UN'ALTRO EROE ITALIANO
che ha lottato contro le mafie
e contro i politici corrotti.
Esemplare sindaco di Palermo.


4 marzo 2017

IL PARLAMENTO ITALIANO


TOTO’
ovvero ANTONIO DE CURTIS
CINQUANTESIMO ANNIVERSARIO DELLA MORTE
Ricordare il geniale artista Totò è un dovere oltre che un piacere.
Nome d'arte dell'attore Antonio De Curtis (Napoli 1898 - Roma 1967). Esordì nel caffè-concerto imitando la "marionetta" creata da G. De Marco, per passare poi (1926) nelle compagnie di operette Maresca, che cominciavano a rappresentare riviste, come comico-grottesco. In seguito, a capo di una propria compagnia, si affermò (1929) nella parodia dei Tre Moschettieri di M. Manzini. Comico di grande forza e mimo eccezionale, erede della grande tradizione partenopea e insieme di certo "assurdo" petroliniano, è stato interprete acclamatissimo di riviste di grande successo (Ma che ti sei messo in testa? 1944; Con un palmo di naso, 1944). Nel cinema dal 1937 (Fermo con le mani), mettendo a frutto la lezione dell'avanspettacolo diede vita, con la sua raffinatissima tecnica dei tempi di recitazione e un'impressionante abilità nei giochi linguistici, a un monumento di comicità insuperabile. Fra i suoi numerosissimi film, si ricordano: Animali pazzi (1939); San Giovanni Decollato (1940); Totò le Mokò (1949); L'imperatore di Capri (1949); Totò cerca casa (1949); Napoli milionaria (1950); Guardie e ladri (1951); L'uomo la bestia e la virtù (1953); L'oro di Napoli (1954); Totò, Peppino e la malafemmina (1956); I soliti ignoti (1958); Uccellacci e uccellini (1966); Che cosa sono le nuvole (episodio di Capriccio all'italiana, 1967). Scrisse anche poesie in dialetto napoletano: 'A livella (1964); Dedicate all'amore (post., 1977). http://www.treccani.it/enciclopedia/toto/



.....*.....
LA NOSTRA SATIRA
"Ci scusiamo con le persone oneste"
LA CAMERA DEGLI IMPUTATI
un covo di vipere?
Questi esseri striscianti e ingarbugliati 
rappresentano bene il Parlamento italiano?
La differenza c'è: non sono indagati per truffe o altro.
Come la maggior parte dei parlamentari ?
nnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnnn
Attento Gentiloni... 
i tuoi compagni mordono.. e come...
.....*.....

FACILITARE L'IMPOSTAZIONE DEI POST LATERALI DESTRA E SINISTRA

7 febbraio 2017

IL FESTIVAL DI SANREMO

SINONIMO DI SPERANZE E DELUSIONI
LA REGINA NILLA PIZZI
.
IL 1° presentatore del Festival
NUNZIO FILOGAMO
...*...
IL FESTIVAL DI SANREMO

CALOGERO DA PAROLIERE A POETA?
Tra le cose più belle che Dio ha creato ci sono gli animali… e tra loro gli uccelli… che a noi bestie umane ci hanno insegnato il canto e l’armoniosa musica… che con la Poesia sprigionano sentimenti indescrivibili e infiniti.  La natura ha dato ai pittori il piacere di cimentarsi con i vari colori, agli scultori il genio di ripetere varie forme fisiche vere o inventate. Per 70 anni il FESTIVAL DI SANREMO ha dato la possibilità di osannare il Canto con le ugole d’oro… ma anche col raglio degli asini. Purtroppo ognuno di noi è soggetto a sbagliare e aggiungere elementi non utili come la vanità del sesso: “vedi farfalla tra le cosce” e tantissime altre cose volgari e indescrivibili. L’egoismo supera ogni cosa: senza alcun rispetto né per sé stessi né per gli altri. Vi domando e mi domando: perché non mettere un regolamento che non si possa partecipare più di una volta? Anche ai conduttori: Uno alla volta per Carità. Finirebbero tutti i trucchi e trucchetti e raccomandazioni di vario tipo! Le case discografiche? Sono loro che scelgono chi e come. Quanto sopra senza alcun astio è solo un mio umile “quasi pensiero”.  7- 2-2017.
Calogero Di Giuseppe


18 dicembre 2016

PAPA FRANCESCO



ROMA 17 DICEMBRE 2016 
FESTA MONDIALE PER IL PAPA
I senza tetto e il Papa.
Ama il prossimo tuo come te stesso.
A Francesco Bergoglio (Papa Papà) auguri da tutto il mondo per suo compleanno. Lui fa colazione con i senzatetto e offre dolci nelle mense dei poveri di Roma. Ai cardinali chiede: "Pregate perché la mia vecchiaia sia tranquilla, religiosa, feconda e gioiosa". E a maggio sarà a Fatima. Papa Francesco ha iniziato il giorno del suo ottantesimo compleanno facendo colazione insieme ai senzatetto, invitati nella sua residenza di Casa Santa Marta. Dolci argentini e bevande calde, mentre il pontefice e i suoi ospiti dialogavano per mezz'ora. Poi il Papa ha celebrato messa insieme ai cardinali nella Cappella Paolina. E ha concluso l'omelia dicendo: "Un po' di umorismo aiuta ad andare avanti. Il Signore ci dia questa grazia". Ogni Papa ha le sue caratteristiche… Papa Bergoglio ha quella di conservare le origini differenziandosi dai suoi predecessori in modo originale e straordinario.

3 dicembre 2016

L'EROINA MILENA GABANELLI

....*.....
Milena 4 giorni fa.
......*.....
MILENA GABANELLI
REPORTER ESEMPLARE
Abbiamo conosciuto una Milena Gabbanelli combattiva e determinata ma anche una donna umana e sensibile che, in occasione dell'ultima puntata di Report, si è commossa dato che, dopo la bellezza di 20 anni di conduzione, ha lasciato le redini del noto programma di denuncia a Sigfrido Ranucci. 29 novembre 2016. Milena Gabbanelli appartiene al Pianeta Speciale Donna: non è l’unica… ma è un essere umano raro… specialmente nel mestieraccio di giornalista onesto.
Purtroppo, ora che si è dimessa si deve dedicare a rivedere le tantissime denunce avute per difendersi e non avere guai con la “Giustizia”.  Mi auguro che come me ci siano milioni di persone, specialmente donne, che le assicurano almeno un appoggio morale. http://tuttokalosghero.blogspot.it/p/pianeta-donna.html Visita pianeta donna e scrivici una email. 
Milena nel 1996
Spero che almeno qualche giornalista si penta di averla lasciata sola.
Ai politici mafiosi che la contrastano diciamo di non accanirsi.
Se ancora hanno una coscienza. Calogero. 

25 novembre 2016

LA LIBERTA' NON ESISTE

Don Chisciot
UNO CONTRO TUTTI?
E Calogero lotta inutilmente, senza frutti?
 .....*.....
L A   L I B E R T A’? 
NON ESISTE!...
IL SOPRUSO E L'ARROGANZA Sì!...
Essere liberi significa fermarsi prima di bloccare e offendere la libertà altrui! Esempio: io non posso essere libero di rubare agli altri, come fanno alcuni politici. Né diventare Capo di Governo senza farsi votare dai cittadini. Renzi e company lo hanno fatto! Gli italiani siamo diventati (lo siamo sempre stati?) un popolo di "ingoia tutto", creduloni per inerzia. Più avanti faremo l'analisi dei vari professionisti degli imbrogli politici. I media di qualsiasi tipo, con le chiacchiere dei ciarlatani politici, confondono i cittadini a tal punto da non sapere che fare. Usano la tattica delle navi da guerra ... che per confondere il nemico lanciano fumo per non farsi vedere per non affondare. Vi siete mai chiesti quanto personale in più ha la nostra R.A.I.? Vi siete mai chiesti quanto potere ha Bruno Vespa? E i giornalisti opportunisti? E i reggi microfoni con le loro domande cretine? E il CORRIERE DELLA SERA da che parte sta? Dei poveri? Più avanti analizzeremo punto per punto. Ci scusiamo con le persone oneste in grandissima minoranza.
.
ATTACCO FRONTALE
.
DOMANDE DA UN MILIONE DI EURO:
LA LIBERTA’ La libertà non esiste! Eppure tanti la invocano sapendo che non si può essere veramente liberi senza offendere gli altri…
ONOREVOLI SENZA ONORE Abbiamo avuto 3 capi di governo senza essere votati
Ci hanno rubato la libertà di votare quindi sono ladri chi ha contribuito a far questo!
I CIARLATANI
Esistono dei ciarlatani che, essendo dei politici, hanno la possibilità di frequentare i media di qualsiasi tipo divagando continuamente senza far capire nulla al pubblico. Senza informare delle decisioni prese a loro svantaggio. E’ la tattica del calamaro: lancia l’inchiostro nero
per non farsi mangiare dai pesci più grossi.
I GIORNALISTI
I giornalisti dovrebbero essere imparziali ma e difficile esserlo! Ma schierarsi con i ladri e con i malfattori è tutto un'altra cosa. Assecondare le truffe dei governi e di altri malfattori è molto differente si va contro ogni regola etica e morale.
I REGGI MICROFONI
Chiunque ha già visto in televisione, o altrove, dei “giornalisti” che in qualche paesino famoso
perché abitato da mafiosi, vedendo dei cittadini seduti in qualche panchina, o davanti a qualche bar, vedere e sentir dire: Scusate: è vero che qui vi abitano appartenenti alla mafia? Il presunto giornalista si stupisce per la risposta: Non so nulla vada via. Pretende che l’interrogato rischia la vita o altro per un fesso come lui!
I CODARDI
Ci sono anche i giornalisti tira a campare:
Se fanno una intervista ad un politico e alla sua domanda risponde all’incontrario di quanto affermato il giorno pima o qualche settimana prima, invece di dirgli: ma scusi ma ieri non aveva detto all’incontrario? Dice grazie … senatore o peggio: onorevole!
L’importante è tirare avanti e fregare gli onesti!
LEGGI SENZA LEGGE
Pretendere la riduzione dai senatori o dai parlamentari facendo votare loro stessi è fumo negli occhi ai cittadini. Basta fare un referendum popolare in una settimana è risolto il problema.
.


PROFESSORI CHE NON PROFESSANO
Fino a qualche decennio fa le Università in Italia erano fucine di proteste politiche e culturali sino all’esageraziòne. Addirittura rivoluzionarie. In questo periodo di inerzia totale i Professori delle scienze politiche e culturali e simili si notano per l’assenza totale. Inerzia che ci costa la “dittatura politica” e la distruzione della Democrazia: non si vota più. Oltre a ciò la distruzione dell’Unione Europea che ci ha portato alla TERZA QUERRA MONDIALE come ci ha informato Papa Francesco. Dal punto di vista culturale alcuni professori che “professano” la Poesia non sono certo di esempio; né comportamentale né come Poeti perché spesso astrusi e artificiali.
Calogero Di Giuseppe 24 11 2015


ABDUL RESTITUISCE UN PORTAFOGLI
Lecce 1 novembre 2016
L'uomo lavora come ambulante a Lecce. Ha percorso 40 chilometri per riportare soldi e documenti al proprietario, che ha raccontato con un post su Facebook il gesto che lo ha commosso. L’imprenditore ha promesso di trovargli un lavoro fisso. Speriamo che il nostro governo e i nostri parlamentari Facciano lo stesso con noi cittadini: ridarci i soldi e la libertà rubati. Calogero Di Giuseppe 28 11 2016.




12 novembre 2016

BEN TORNATO A GIANNI MINOLI

UNA PERSONA SEMPLICE DA IMITARE
GIANNI MINOLI
.....*.....
Due grandi: BERLINGUER E MINOLI

IL RITORNO DI GIANNI MINOLI IN TV
…..*…..
 “Eccomi qua, sono tornato” …. Dice con quel solito ironico sorriso e la sua sicurezza che lo hanno fatto famoso. Poi scorge la sagoma di Fabrizio Salini, direttore di La7, e dice sorridendo: “Saluto prima i padroni”. È “contento e rilassato” Giovanni Minoli nel giorno dell’annuncio sul suo ritorno nel grande schermo. Ore 11, museo Maxxi della Capitale. In camicia bianca e giacca di sartoria, Minoli presenta il suo “Faccia a Faccia”, nuovo programma di attualità e storia che andrà in onda ogni domenica sera alle 20:35 a partire dal prossimo 6 novembre. “In realtà, avrei voluto chiamarlo in altro modo - afferma il giornalista - ma potete stare freschi, non vi dirò mai come”. Alla sua destra e alla sua sinistra siede lo stato maggiore di La7: l’amministratore delegato Marco Ghigliani e il direttore appunto Salini. Per quel che mi riguarda Minoli è ed è stato uno delle menti acute, serie intelligenti, che ha dato ovunque egli abbia lavorato. Quei pochi che cominciano a blaterare contro di Lui sono e rimarranno nullità: non è Gianni il rientro dei rottamati ma quello degli eroi a cui la R.A.I….prima o poi gli farà, un monumento.  MOVIMENTO ARTISTICO LETTERARIO PAOLO EMILIANI GIUDICI. Il PresidenteCalogero Di Giuseppe .

VERSO LAMPEDUSA

V E R S O L A M P E D U S A

Calogero Di Giuseppe

Donare se stessi ... è questo che dovrebbero fare tutti i Poeti.

Soprattutto amare tutto e tutti. Non bisogna essere per forza santi... ma essere coerenti con la sensibilità della “espressione dell’anima”, chiamata Poesia.

Non si può essere poeti e infischiarsene del prossimo.

Migliaia di disperati scappano verso il mare per la Libertà e la trovano nei fondali del mare...

o prima ancora nell’arsura dei deserti.

Questo mi suggerisce la poesia della sensibile amica

Luisa Colnaghi.
..............
Arrivati alla spiaggia
lacerati nel corpo
con l'animo vuoto
sono sfuggiti alla tempesta
la lingua straniera
tradita nel ricordo
… fame, freddo
del tempo coloniale
scaldati al fuoco di Dio
dividiamo il nostro pane
Sanfrancesco ha donato
veste e mantello
ha parlato al lupo
.....
27 maggio 2011Luisa Colnaghi

L'ITALIA S'E' DESTA


L’ITALIA SE DESTA



DAL 13 Giugno scorso il “Tricolore” della nostra Bandiera è più pulito. Splende di più. Si è liberato dal grigiore in cui l’avevano infangato alcuni cittadini italiani. I veri italiani non sono un popolo di ladri o puttanieri. È naturale che in una nazione vi siano delle minoranze di farabutti e degli avanzi di galera che, spesso, sopprimono i bisogni dei cittadini esemplari.


ORA L’ITALIA S’È DESTA ...


lo dimostrano gli ultimi tre eventi elettorali democratici. Finalmente l’Italia ha riscattato il proprio onore con un Nuovissimo Risorgimento Italiano". La spazzatura è ancora al potere: diamoci da fare con una scopa nuova.


Vigiliamo e non fidiamoci di nessuno.


Calogero



in allestimento

Pioltello, Via George Bizet, Musicista

I GRANDI UOMINI

......................

PEPPINO IMPASTATO

Giuseppe Impastato è uno dei grandi eroi sacrificatosi per la dignità della Sicilia e per riscattare la dignità di ogni uomo degno di tale nome. Ha lottato contro la mafia di cui “il padre ne era componente”. La verde città di Pioltello gli ha dedicato uno dei suoi grandi giardini pubblici per bambini, in via George Bizet proprio davanti ai plessi delle scuole elementari e medie. Nel cippo che lo ricorda si può leggere una delle sue poesie sottoscritta.

Lunga è la notte

e senza tempo.

Il cielo gonfio di pioggia

non consente agli occhi

di vedere le stelle.

Non sarà il gelido vento

a riportare la luce

né il canto del gallo,

né il pianto di un bimbo.

Troppo lunga è la notte

senza tempo

infinita.

..................................................................

Ai prepotenti d’Italia, “Poetica Onestà” ricorda che sono ad un passo dalla morte: fisica e morale.

Neanche i vermi potranno sopportare la loro anima puzzolente.

Calogero